Goal.com - Home

thumbnail Ciao,
 
3 vs 2
Giocata
ottobre 20, 2013 3:00 p. CEST
Stadio Marc'Antonio Bentegodi — Verona
Arbitro:‬ M. Mariani‎
Spettatori:‬ 19547‎
 
Marco Parolo 19′
61′ (Rig) Jorginho
88′ (Rig) Jorginho
 
Uomo Partita
Jorginho
Jorginho
Verona
Alessandro Lucarelli
Alessandro Lucarelli
Parma
Flop Partita
Marco Marchionni
Marco Marchionni
Parma
Mattia Cassani
Mattia Cassani
Parma

Verona-Parma 3-2: Decide una doppietta di Jorginho dal dischetto, spettacolo e goal al Bentegodi

Gara emozionante, con il Verona che prima passa in vantaggio, poi viene rimontato. Nella ripresa due rigori del centrocampista brasiliano spianano la strada al successo.

di Francesca Devincenzi

Il Verona batte 3-2 in rimonta al Bentegodi il Parma e si issa al 4° posto della classifica. Lo scontro fra gialloblù doveva sancire chi tra la neopromossa delle meraviglie dalla grande storia e la fresca centenaria potesse continuare a volare.

Sotto il diluvio l’ha spuntata il Verona in una partita molto bella, divertente, ricca di ribaltamenti di fronte, occasioni e ribaltoni del risultato. Ora la classifica vede gli scaligeri volare a -3 da Juventus e Napoli mentre il Parma, passato in svantaggio, bravo a raddrizzare il risultato prima, ribaltarlo poi per in seguito subire pareggio e rimonta, dovrà riflettere sui perché di un finale di gara troppo rinunciatario.

FORMAZIONI - Mandorlini, col suo Verona sogna in grande e non vuole fermarsi: privo di Moras, Ragatzu e Maietta, in mezzo preferisce Halfreddson a Donati e davanti conferma la sorpresa Iturbe e la grande certezza Luca Toni per uno scontro tra colossi: Donadoni si affida infatti alla coppia Cassano-Amauri.

Risolto dunque uno dei grandi dubbi: solo panchina per Sansone e per il risolutore delle ultime gare, Palladino. Centrocampo rivoluzionato, invece: dentro Acquah, Marchionni, al rientro dalla squalifica, e Gobbi, panchina per Gargano, vittima dell’impegno con la Nazionale e del fuso orario. Debutto dal primo minuto anche per il giovane Bajza tra i pali al posto dello qualificato Mirante.

PRIMO TEMPO - Parte subito forte l’incontro, con la mission di decretare quale, tra le due lanciatissime formazioni, debba fermarsi. Iturbe è incontenibile, ed al sesto costringe Felice al recupero in rincorsa. Un minuto dopo Cassano lancia Amauri che temendo di essere in off-side permette a Rafael il recupero.

Ed ecco implacabile la legge del calcio che si abbatte sugli uomini di Donadoni: goal sbagliato, goal subito. Sugli esiti di un corner da sinistra Romulo spizza, la difesa si perde e Cacciatore insacca di piatto. Terza rete stagionale per il difensore, che suona la sveglia al Parma: prima ci prova Acquah di potenza, poi Parolo inventa il pari.

Con una gran botta dalla distanza, di destro, il difensore conferma il suo grande momento di forma anche in fase realizzativa. Passano solo sei minuti, ed i gialloblù ospiti raddoppiano: Parolo lancia Cassano che stoppa la sfera e la spedisce alle spalle di Rafael.

Uno a due, e Parma che alla mezzora potrebbe dilagare: prima il palo dice no alla zuccata di Lucarelli, poi l’estremo difensore scaligero ferma quella di Felipe. E la partita, bellissima, rallenta un po'. I padroni di casa stentano a reagire, ai ducali resta solo da accompagnare il cronometro verso l’intervallo.

SECONDO TEMPO - La ripresa inizia con tutta l’Hellas in avanti sostenuta anche dal calore del Bentegodi. Dopo quattro minuti gli uomini di Mandorlini trovano il pareggio con Luca Toni, ma Mariani annulla per un precedente fallo su Lucarelli.

Il Parma prova ad alzare il baricentro per non subire, ma il Verona spinge e trova il pareggio al 61': Cassani stende in area Toni, cartellino giallo e calcio di rigore che Jorginho trasforma. Donadoni butta in mischia Palladino e Biabiany, non in perfette condizioni, risponde Mandorlini con Martinho per Iturbe, e le due compagini si svegliano di nuovo e ricominciano a spingere e cercare il gol vittoria rianimando una partita sicuramente di buon livello.

Al settacinquesimo ci prova Acquah, costringendo Rafael alla respinta coi pugni, sette minuti dopo tocca a Bajza mostrare tutti i propri riflessi su una gran girata di Toni, ma l’estremo difensore gialloblù non può nulla sul calcio di rigore battuto da Jorginho a tre minuti dal termine dei tempi regolamentari.

Ingenuo e sanguinario il fallo commesso da Marchionni sull’attaccante scaligero dopo essersi lasciato saltare come un debuttante. Inutili i tentativi dei gialloblù fino al termine dei quattro minuti di recupero concessi, stanchi ed appesantiti sotto il diluvio del Bentegodi, di raddrizzare una gara che poteva essere gestita meglio.

CHIAVE - Poteva vincere chiunque, o finire in un pareggio, sarebbe stato comunque un successo di spettacolo ed occasioni. Ha vinto il Verona, bravo a crederci fino in fondo, a non abbandonarsi allo sconforto e trovare la vittoria dopo aver rischiato il tracollo.

MOVIOLA - Maurizio Mariani è alla giornata della svolta, quella della promozione ufficiale dal Can B. Forse dubbio, me non troppo, il goal annullato a Toni per fallo su Lucarelli. Indiscutibile invece il penalty concesso per l’intervento di Cassani, che con la maglia dell’Hellas divenne grande, sull’ex compagno in rosanero, e quello successivo, donato da un ingenuo Marchionni a Jorginho. Fanno pensare i sette cartellini gialli verso i giocatori del Parma, ma forse, a riflettere, dovrebbe essere Donadoni.

Dalle pagelle:

IL MIGLIORE - Jorginho: E’ la stella della domenica, la sua doppietta regala la rimonta veronese, la veronica su Marchionni gli vale la copertina.

IL PEGGIORE - Marchionni: Sbaglia palloni, non è mai determinante se non nel finale atterrando Jorginho.


Verona

1
Rafael
Portiere
3.00
23
3.00
25
Rafael Marques
Difensore
3.00
29
3.50
33
3.00
2
Rômulo
Centrocampista
84′
2.50
10
Emil Hallfredsson
Centrocampista
65′
2.50
-
Jorginho
Centrocampista
61′ 88′
4.00
9
Luca Toni
Attaccante
3.50
15
Juan Iturbe
Attaccante
3.50
21
Juanito
Attaccante
9′ 75′
3.00

Parma

3.50
91
Pavol Bajza
Portiere
2.00
2
3.50
6
2.50
18
Massimo Gobbi
Centrocampista
48′ 89′
2.00
19
Felipe
Difensore
23′
2.50
-
Aleandro Rosi
Centrocampista
30′ 74′
3.50
16
Marco Parolo
Centrocampista
19′ 25′ 27′
2.50
30
Afriyie Acquah
Centrocampista
79′
1.50
32
Marco Marchionni
Centrocampista
50′
2.50
11
Amauri
Attaccante
68′
3.00
99

A disposizione

31
 - 
3
 - 
-
 - 
-
Simon Laner
Centrocampista
 - 
5
Massimo Donati
Centrocampista
65′
2.50
6
Martinho
Centrocampista
75′
3.00
11
Bosko Jankovic
Attaccante
84′
 - 
14
Ezequiel Cirigliano
Centrocampista
 - 
26
Jacopo Sala
Centrocampista
 - 
30
Marco Donadel
Centrocampista
 - 
-
Samuele Longo
Attaccante
 - 
8
Daniele Cacia
Attaccante
 - 

A disposizione

 - 
1
 - 
-
 - 
-
Djamel Mesbah
Centrocampista
 - 
-
Pedro Mendes
Difensore
 - 
-
 - 
5
Walter Gargano
Centrocampista
 - 
15
Jaime Valdes
Centrocampista
 - 
20
Joel Obi
Centrocampista
 - 
24
Gianni Munari
Centrocampista
2.00
7
3.00
17
 - 
-
Nicola Sansone
Attaccante
89′

Allenatore

-
 - 

Allenatore

 - 
-
Luca Gotti
Allenatore
 
  • Goal
  • Autogoal
  • Rigore
  • Rigore fallito
  • Ammonito
  • Assist
  • Rigore parato
  • Rigore realizzato
  • Rigore sbagliato
  • Espulso per Doppia Ammonizione
  • Espulso
  • Sostituzione IN
  • Sostituzione OUT
  • Infortunato
  • Scelta di Goal.com
  • Top della Partita per Goal.com
  • Flop della Partita per Goal.com
  • Classifica Generale Top&Flop
  • Top della Partita per i Tifosi
  • Flop della Partita per i Tifosi
Risultati
 
Migliori Marcatori
Giocatore   Goal Rigori
Ciro Immobile Ciro Immobile
Attaccante
Torino
19 0
Carlos Tévez Carlos Tévez
Attaccante
Juventus
18 1
Gonzalo Higuaín Gonzalo Higuaín
Attaccante
Napoli
17 5
Luca Toni Luca Toni
Attaccante
Verona
17 2
Rodrigo Palacio Rodrigo Palacio
Attaccante
Inter
15 0